NUTRIRSI BENE È UN’ARTE

La cultura del “mangiare sano per vivere bene” è il principio ispiratore delle Masserie di Sant’Eramo. Questa filosofia, il cui valore è sempre più riconosciuto in tutto il mondo, trova nella Dieta Mediterranea la sua massima espressione essendo la risposta più completa al fabbisogno alimentare dell’essere umano, a qualsiasi età.

La Dieta Mediterranea è molto più che un semplice alimento. Essa promuove l’interazione sociale, poiché il pasto in comune è alla base dei costumi sociali e delle festività condivise da una data comunità, e ha dato luogo a un notevole corpus di conoscenze, canzoni, massime, racconti e leggende. La Dieta si fonda nel rispetto per il territorio e la biodiversità, e garantisce la conservazione e lo sviluppo delle attività tradizionali e dei mestieri collegati alla pesca e all’agricoltura nelle comunità del Mediterraneo”.

È con queste motivazioni che, nel novembre 2010, la Dieta Mediterranea è stata riconosciuta dall’UNESCO Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità. Un patrimonio che riunisce le abitudini alimentari dei popoli del bacino del Mar Mediterraneo, consolidate nel corso dei secoli e rimaste pressoché immutate fino agli anni Cinquanta, e che va ben oltre una semplice lista di alimenti ma riguarda la cultura di vita, le pratiche sociali, tradizionali e agricole.

La Dieta Mediterranea è, come suggerisce l’etimologia della parola (dal greco diaita), uno stile di vita, un modus vivendi, un elemento relazionale e culturale che rafforza il senso di appartenenza e di condivisione tra i popoli che vivono nel bacino del Mediterraneo. Perché il “mangiare insieme”, tipico della Dieta Mediterranea, non significa semplicemente consumare un pasto ma vuol dire rafforzare il fondamento delle relazioni interpersonali, promuovere il dialogo e la creatività, tramandare l’identità e i valori delle comunità.

OLIO E SALUTE

L’olio extravergine d’oliva Estratto a freddo è la scelta migliore tra i condimenti non solo per sapore e fragranza ma anche per le sue tante proprietà benefiche. Si tratta di un vero tesoro nutrizionale, culturale e gastronomico della nostra meravigliosa terra. Innumerevoli studi hanno dimostrato come questo grasso faccia talmente bene all’organismo, alla prevenzione e al contrasto di certe malattie, da poter essere inserito in qualsiasi tipo di dieta.

Ma cosa lo rende così speciale? A differenza degli altri oli o grassi vegetali, l’extravergine viene prodotto semplicemente spremendo le olive, senza l’aiuto di solventi chimici o altri interventi industriali. Il prodotto resta così genuino e naturale e conserva con sé tutte le proprietà benefiche della materia prima.

UN MERITATO PRIMATO

L’olio extravergine di oliva estratto a freddo è ricco di potentissimi antiossidanti (Vitamina E, acido oleico, polifenoli) e di sostanze con proprietà antinfiammatorie. Apporta acidi grassi monoinsaturi, che tra le sostanze grasse sono le più attive per la prevenzione di patologie cardiovascolari ed è un supporto ideale per le vitamine liposolubili A, D, E, K.

In sintesi, l’olio EVO:

  • contribuisce alla prevenzione di malattie cardiovascolari
  • abbassa la pressione sanguigna
  • riduce il rischio di trombosi
  • ha un ruolo benefico contro il cancro
  • aiuta a prevenire infarti e ictus
  • vanta proprietà anti-infiammatorie e nutrigenomiche
  • riduce i livelli sierici di colesterolo totale e colesterolo LDL
  • mantiene l’elasticità della pelle e di tutti gli altri tessuti presenti nell’organismo umano
  • inverte il processo di invecchiamento neurale (fa bene al cervello, soprattutto degli anziani)

L’OLIO È UN MEDICAMENTO

Di fronte a così tanti benefici per la salute dell’uomo, La FDA (Food and Drug Administration) – l’ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici, dipendente dal Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti d’America – ha decretato l’olio extravergine d’oliva una vera e propria medicina. In quanto tale, però, bisogna avere cura di assumerlo e conservarlo seguendo regole precise.
Così come consigliato dall’ente, è bene consumare 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva estratto a freddo di altissima qualità pari a circa 23 grammi. In questo modo si garantisce all’organismo l’apporto di almeno 17,5 grammi di acido oleico, 4,5 milligrammi di vitamina E e 10 milligrammi di polifenoli.

Per mantenere inalterate le proprietà sensoriali e nutrizionali del nostro olio, conservarlo al riparo da fonti di luce e di  calore, tra 12° e 18° , in contenitori scuri ed ermeticamente chiusi.